Colesterolo


analisi del colesterolo

Esami del Colesterolo

Come controllare i livelli di colesterolo nel sangue, differenze tra alto e basso, e tra quello buono e quello cattivo.

Che cos’è:

I grassi che ingeriamo tramite la nostra alimentazione servono per essere utilizzati come energia e sono distribuiti in varie parti del corpo alle cellule adipose.

Il fegato trasforma il grasso in lipidi nella specie: colesterolo e trigliceridi.

Questi ultimi vengono a loro volta  inglobati nelle lipoproteine un composto molecolare deputato alla cernita e al trasporto dei lipidi. Le lipoproteine raccolgono i grassi, e per mezzo dei vasi sanguigni li conducono alle cellule adipose.

Si suddividono in

  1. Lipoproteine a densità molto bassa o VLDL
  2. Lipoproteine a bassa densità o LDL
  3. Lipoproteine ad alta densità o HDL
  4. Lipoproteine a densità intermedia o IDL
  5. Chilomicroni

Quelle dannose per l’organismo da tenere a bada sono le proteine LDL  allorché depositano il grasso trasportato sulle pareti dei vasi sanguigni: tradotto in in termine medico aterosclerosi.

Il colesterolo così depositato provoca il restringimento dei vasi sanguigni e l’ispessimento dei canali di trasporto del sangue, ne possono conseguire ictus e infarti.

Per tale motivo l’LDL è conosciuto come Colesterolo Cattivo.

Le lipoproteine  ad alta densità meglio conosciute come HDL si occupano invece di catturare l’ LDL cattivo e ricondurlo al fegato, da qui il nome di Colesterolo Buono.

Nei referti degli esami clinici risulta fondamentale dunque non solo conoscere i livelli di colesterolemia totale, ma soprattutto i livelli di HDL e LDL per comprendere lo stato di salute delle nostre arterie e circolazione sanguigna.

 

Come Leggere i valori

Nella sana alimentazione giocano un ruolo importante anche il tipo di alimenti da noi utilizzati.

Infatti i colesterolo si produce dal fegato, si deduce che i prodotti di origine vegetale non possono contenere traccia, e sono da preferire a quelli di origine animale se si vuol tenere sotto controllo i valori di lipidi del nostro organismo.

 

Tramite un semplice prelievo è possibile calcolare il valore lipidico del plasma e conoscere i valori di riferimento che si dividono in:

  • Colesterolo Totale (valore desiderato minore di 190 mg/dl)
  • HDL (valore desiderato maggiore di 45 mg/dl)
  • LDL (valore desiderato minore di 100 mg/dl)

 

I fattori che aumentano la presenza di HDL plasmatiche sono:

  • una dieta ricca di acidi grassi polinsaturi (i cosiddetti omega-3 contenuti nel pesce, olio d’oliva),
  • la vitamina C (presente nei limoni, arance, nei peperoni, nel prezzemolo, nei frutti rossi, nel sesamo, kiwi e verdure a foglia verde),
  • assunzione seppur minime di alcol, vino, birra,
  • l’attività fisica, importantissima sempre ed a qualsiasi età

Al contrario invece, quelli che determinano l’aumento del valore Cattivo cioè LDL, sono:

  • una dieta ricca di grassi saturi (strutto, burro, formaggi, soprattutto se stagionati), sono grassi prevalentemente di origine animale, tranne l’acido palmitico, acido margarico e acido stereatico o di origine sintetica (grassi trans), cioè ottenuti da processi chimici come l’idrogenazione (grassi vegetali idrogenati), molto pericolosi perché composti da molecole estranee all’organismo,
  • fumo, inutile soffermarsi su un problema che fa male non solo per il flusso sanguigno ma a tutto il corpo in generale
  • scarsa o inesistente attività fisica.

questi ultimi citati favoriscono molte patologie coronariche ( basta una quantità anche minima di grasso depositato nei vasi che blocca il flusso sanguigno determinando l’infarto cardiaco).

Ci sono poi le  malattie genetiche come l’ipercolesterolemia: l’assenza o la deficienza di recettori per le LDL funzionanti, determina livelli di LDL alti nel plasma, anche se si segue un’alimentazione sana.

Gli xantomi sono piccoli accumuli di grassi che si formano nella pelle e nei tendini, ma il più pericoloso è la loro concentrazione nel sistema vascolare arterioso, che diventa una minaccia per la nostra salute.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio