Breath Test Lattulosio


Cos’è il breath test lattulosio e a cosa serve.

Come si esegue e quando è importante farlo.

il breath test lattulosio cos'è e come si fa

Breath Test Lattulosio

L’esame di breath test lattulosio è necessario per scoprire eventuali problremi intestinali legati a questa sostanza.

Si può svolgere a livello ambulatoriale, ed è un’indagine molto semplice.

Cos’è

Si tratta come dice la parola, breath, di un test del respiro. Tramite campioni d’aria emessa si misura la presenza di elevate concentrazioni di batteri o il tempo di transito intestinale della parte in un tratto dell’intestino tenue del disaccaride.

La sindrome da iperproliferazione batterica in gastroenterologia, detta SIBO, è nota in ambito medico anche come come sindrome da contaminazione o proliferazione batterica del tenue.

E’ una sindrome dovuta alla presenza o all’aumento di batteri che di norma non sono presenti in una determinata parte del tratto intestinale.

Sintomi

tra i sintomi più comuni si riscontrano:

  • gonfiore della pancia,
  • diarrea,
  • flatulenza,
  • dolore addominale,
  • meteorismo.

 

Come si fa

L’esame per il lattulosio consiste nel raccogliere campioncini di aria espirata in piccoli sacchetti di plastica sterili, prima e dopo aver ingerito questo zucchero.

In genere si fa diluire in un recipiente con dell’acqua. Si procede con la raccolta nelle sacche a intervalli di tempo regolari, ogni quarto d’ora.

Con le apparecchiature elettroniche si andrà in seguito ad analizzare la composizione dell’aria espirata per individuare la quantità di gas presente nel respiro prima e dopo l’assunzione di lattulosio.

Tempi

L’indagine può durare all’incirca 4 ore. Periodo in cui è indispensabile rispettare le regole sull’assunzione di cibi o bevande, e altre precauzioni impartite dal personale incaricato.

Dopo che un individuo ha ingerito la bevanda contenente lattulosio i batteri intestinali cominciano la fermentazione.

Ciò provoca l’aumento del contenuto di idrogeno nell’aria emessa per bocca. Il livello di norma più alto della presenza d’idrogeno nel respiro va dalla prima mezz’ora a 90 minuti.

In base ai tempi maggiori o inferiori degli standard normali sarà possibile diagnosticare problemi o meno nel tratto intestinale.

Problemi

A livello gastroenterico i problemi che ne derivano possono essere:

  • alterazione del transito intestinale,
  • malassorbimento intestinale
  • contaminazioni batteriche,

che possono manifestarsi mediante disturbi gastrointestinali caratterizzati da flatulenza, meteorismo, diarrea, distensione e crampi addominali.

 

Come si prepara

Il test del respiro viene eseguito di solito al mattino. Bisogna presentarsi in laboratorio a digiuno, non fumare e non aver fatto attività fisica.

Se si assumono farmaci non essenziali alla salute, di solito è necessario sospenderli 12, 14 ore prima di effettuare l’esame.

Quando fare il test

L’individuo tipo che si dovrebbe sottoporre al breath test è colui che accusa problemi di meteorismo, diarrea, crampi intestinali, dolori o gonfiore a livello addominale, flautolenzaperdita di concentrazione, e cattiva digestione.

E’ invasivo?

Assolutamente no, il test del lattulosio non è per nulla invasivo. E’ tra i più semplici esami clinici da svolgere anche in tempi molto rapidi.

Il paziente può sater tranquillo e rilassato: si tratta di bere piccole quantità d’acqua, volta per volta.

Positivo

Un test lattulosio positivo indica che siamo in presenza di una contaminazione batterica denominata SIBO,Small intestinal bacterian overgrowht.

Sarà ora indispensabile un appuntamento con uno specialista che potrà comprendere fino in fondo la causa del problema e cercare di risolverlo. Spesso dopo esito positivo sono richiesti altri esami particolari che possono offrire un quadro clinico più preciso e ampio per proporre la giusta cura della patologia.

Dove si trova

Capire dove si trova il lattulosio non è sempre facile. Questa sostanza è un disaccaride semi-sintetico, ottenuto dall’unione di due zuccheri chiamati galattosio e fruttosio.

Non viene assorbito né degradato nella parte alta dell’intestino. E’ presente in quei prodotti farmaceutici a scopo lassativo o che servono a regolarizzare la digestione.

Differenza col lattosio

Spesso è facile confondere quest’analisi con il breath test al lattosio che serve per scoprire un’ipotetica intolleranza della molecola contenuta in molti alimenti a base di latte e non solo.

Il famigerato, per alcuni, lattosio lo si trova nel latte ed in tutti i derivati da esso, e in altri cibi come salumi, dolci e alimenti che spesso non dovrebbero contenerne.

Motivo per cui bisogna sempre leggere gli ingredienti quando acquistiamo qualcosa alla quale potremmo essere intolleranti.

Se hai riscontrato alcuni dei problemi sopracitati potrasti soffrire di Sibo, conviene prenotare un test e scoprire quali sono le problematiche del tuo intestino.