Prelievi specifici


I prelievi specifici sono esami particolari che devono essere svolti in determinate condizioni e con una precisa preparazione.

Vediamo quali sono e come predisporsi per la buona riuscita delle indagini.

prelievi specifici ed esami particolari di laboratorio clinico

Prelievi specifici ed esami particolari

Gli esami elencati si effettuano con prelievi specifici e un preciso iter preparativo. Nel laboratorio diagnostico è possibile trovare tutte le procedure necessarie a garantire il buon esito dell’analisi clinica.

Curva da Carico Glicemico

Quest’esame di circa 2 ore è necessario per calcolare il diabete latente: dopo il primo prelievo si provvede a somministrare una bevanda con carico di glucosio.

Successivamente si compiono ulteriori 5 prelievi a distanza di mezz’ora ciascuno. Durante l’ attesa il paziente deve essere a digiuno e attendere in tranquillità.

Raccolta delle Urine in 24 ore

Utile per individuare l’eliminazione dei metaboliti renali ed ormonali. Come svolgere il test: al risveglio la prima urina dev’essere scartata. Dalla successiva minzione si comincia a raccogliere tutte le urine in un unico recipiente.

Per i raccoglitori ci si può rivolgere in farmacia. La raccolta finisce al mattino seguente (sempre al risveglio), dopo aver conservato l’ultimo campione.

Urinocoltura

Prima della raccolta è necessario procedere ad accurata pulizia dei genitali esterni lavandosi con sapone e sciacquando generosamente la parte interessata. I clienti, scartato il primo getto di urina, raccolgono il successivo direttamente nell’apposito contenitore sterile

Attenzione, il contenitore dell’urina dev’essere aperto solo al momento della raccolta e rapidamente richiuso dopo l’uso.

Conta di Addis

Si divide la fuoriuscita di urina in 3 parti per conservarla in tre diversi raccoglitori numerati.

La prima urina, nella fase iniziale della minzione. La seconda, la parte emessa con più violenza, ed la terza nel momento finale.

Raccolta delle Feci.

L’esame viene richiesto per determinare parassiti intestinali e sangue occulto nelle feci, e per la coprocultura.

E’ opportuno che un campione venga raccolto al mattino per effettuare l’analisi in giornata. Se non è possibile farlo, si bisogna salvaguardare il campione conservandolo in frigo.

Per individuare il sangue occulto è necessario non nutrirsi di alimenti di origine animale nei 3 giorni precedenti.

Per analizzare gli ossiuri si esegue con l’ausilio di un vetrino che sarà strisciato nell’area perianale nelle ore mattutine. Il vetrino viene rilasciato dal laboratorio per effettuare gli appositi esami.

Prelievo del liquido seminale e spermiogramma

E’ necessario evitare rapporti sessuali da un minimo di 3 a un massimo di 5 giorni. All’atto del prelievo bisogna pulire accuratamente i genitali.

Il campione, raccolto per intero, viene procurato tramite masturbazione. La perdita di una piccola quantità iniziale o finale può modificare spesso il test creando risultati molto differenti. Entro tre quarti d’ora il paziente deve necessariamente raggiungere il laboratorio per effettuare l’esame dello sperma.

Tampone Cervico Vaginale

Nella vagina vengono introdotti speculum monouso e si procede poi al prelievo tramite tamponcini in cotone. Al fine di raggiungere un risultato soddisfacente è necessario non aver fatto uso di antibiotici negli ultimi sette giorni.

Tampone Faringeo

Quest’esame va fatto stando digiuno e senza avere nei giorni precedenti eseguito terapia antibiotica. Si striscia un tampone in cotone sulle tonsille e nel retro faringe.

Tampone Rettale

L’esame di tampone rettale consiste nel prelevare materiale fecale di feci non contaminate da analizzare successivamente in laboratorio.

Serve a diagnosticare eventuali malattie a carico dell’intestino. In tal senso si scoprirà se il paziente è affetto da patologie grazie legate alla presenza di agenti patogeni.

Ad esempio dalla salmonella, dal colera, dalla shighella. In caso di donna incinta è necessario per riconoscere lo Streptococcus agalactiae.

Test Tiroide

Nello specifico il test tiroide è utile per studiare l’attività della ghiandola tiroidea.

Il prelievo servirà a controllare i livelli ormonali di TSH. Se i risultati mostrano un’attività del TSH ridotta allora saremo in presenza di ipertiroidismo. Nel caso opposto se si riscontrano valori elevati, la tiroide lavora meno, ciò provoca ipotiroidismo.

Test di Stimolazione Ormonale con Gnrh e Trh.

Questo test serve a vedere come variano gli ormoni periferici dopo la stimolazione ormonale ipofisaria. Sotto l’occhio attento dello specialista viene iniettato in vena un ormone ipofisario. Successivamente si possono avere effetti indesiderati da parte del paziente.

Motivo per cui, prima di svolgere il test, gli interessati dovranno sottoscrivere il proprio consenso in forma scritta. E’ un’esame che necessita la prescrizione medica.

Vai alla pagina generale dei prelievi.

Il Voto Metabolico

Orari e Servizi

Informazioni sugli esami

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio